vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Roppolo appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Biella

Elezioni Europee 2019

Elezioni Europee 2019

Elezioni Europee 2019

8 febbraio 2019

Dal 23 al 26 maggio 2019 in tutti i paesi dell’Unione si terranno le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. I parlamentari da eleggere - complessivamente - saranno 705.

All'Italia spetta l'elezione di n° 76 rappresentanti. I cittadini di altri Stati dell'Unione Europea residenti in Italia - se vogliono - possono fare richiesta di votare per l'elezione dei rappresentanti spettanti all'Italia, anziché di quelli del loro paese. L’accoglimento della richiesta comporta l’iscrizione in apposite Liste Elettorali Aggiunte ed il rilascio di una Tessera Elettorale personale da utilizzare per l'ammissione al seggio. E’ fatto divieto del doppio voto, quindi l’iscrizione nelle nostre Liste Aggiunte comporta la cancellazione dalle Liste del paese d'origine, ovvero la possibilità di partecipare esclusivamente all’elezione in Italia e non più nel proprio paese.

La richiesta dovrà essere presentata inderogabilmente entro il 25 febbraio 2019.

Possono presentare richiesta tutti i cittadini degli altri stati dell’Unione Europea (AUSTRIA - BELGIO - BULGARIA - CIPRO – CROAZIA - DANIMARCA - ESTONIA - FINLANDIA - FRANCIA - GERMANIA - GRECIA - IRLANDA - LETTONIA - LITUANIA - LUSSEMBURGO - MALTA - PAESI BASSI - POLONIA - PORTOGALLO - REPUBBLICA CECA - ROMANIA - SLOVACCHIA - SLOVENIA - SPAGNA - SVEZIA - UNGHERIA) che sono residenti nel nostro Comune ed in possesso dei diritti politici.
REGNO UNITO: L’indicazione fino a qualche tempo fa era che i cittadini britannici - in ragione della Brexit - non avrebbero partecipato al voto. La data ufficiale di uscita del REGNO UNITO dall'Unione Europea come noto infatti è stata fissata da tempo ed è il 29 marzo 2019. La cronaca degli ultimi tempi tuttavia ha reso la situazione non chiara, seppure in assenza di atti ufficiali. Ci riserviamo quindi di approfondire e chiarire la questione non appena possibile, aggiornando le informazioni.
Come fare
Accogliendo l'invito del Ministero dell' Interno (Circ Min 4 del 25/1/2019) - ai cittadini comunitari residenti è inviato, per posta all'indirizzo di residenza un invito, contenente le informazioni e la modulistica ministeriale prevista per presentare domanda. Gli interessati infatti dovranno presentare domanda sul modello predisposto dal Ministero dell'Interno. La modulistica è tradotta e distinta per i seguenti stati che hanno fatto pervenire al Ministero dell'Interno la relativa traduzione: Austria (AT), Belgio BE (in tre versioni), Bulgaria (BG), Repubblica Ceca (CZ),Germania (DE), Danimarca (DK), Estonia (EE), Spagna (ES), Finlandia (FI), Francia (FR), Grecia (GR), Croazia (HR), Ungheria (HU), Irlanda (IE), Lituania (LT), Lussemburgo (LU), Lettonia (LV), Malta (MT), Paesi Bassi (NL), Portogallo (PT), Romania (RO), Svezia (SE), Slovenia (SI) e Slovacchia (SK). Per gli Stati per i quali non è disponibile il modello nella lingua di cittadinanza, dovrà essere utilizzata la modulistica in italiano e inglese (IT-EN). Nella domanda, oltre alla volontà di votare esclusivamente in Italia ed ai dati personali ed elettorali, dovrà essere dichiarata l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato.
Tutti i documenti sono disponibili sul sito del Ministero dell' Interno. Attraverso lo stesso sito - in virtù di apposita applicazione - è possibile compilare on line il modello di domanda (di cui si allega modello), da stampare e firmare in originale e che dovrà essere inoltrato al comune (è bene ribadirlo) entro il 25 febbraio 2019.
Una volta compilata la domanda dovrà essere inviata - sempre entro il 25 febbraio 2019 - con le seguenti modalità:
consegnata personalmente all’Ufficio Protocollo in Via Giacinto Massa 6 13883 ROPPOLO, durante l'orario di apertura al pubblico via posta (raccomandata AR) a Comune di ROPPOLO, Via Giacinto Massa 6 13883 ROPPOLO;
via pec a: roppolo@pec.ptbiellese.it
Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione; in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore (art. 38, comma 3, del DPR 28/12/2000, n. 445).
La richiesta deve essere presentata una sola volta e pertanto gli iscritti nelle Liste Aggiunte della precedente consultazione europea non devono presentare alcuna domanda. Per le stesse ragioni NON riceveranno alcun invito.

Il servizio elettorale provvederà all’istruttoria necessaria per verificare l’assenza di cause ostative all’esercizio del diritto di voto, acquisendo le necessarie certificazioni presso il Casellario Giudiziario. Lo stesso servizio, comunicherà le modalità con le quali potrà essere ritirata la Tessera Elettorale personale da utilizzare per il voto, e sulla quale sarà indicato l’indirizzo del seggio ove occorrerà recarsi. In caso di non accoglimento ne verranno comunicate le ragioni.
Per l’esercizio del voto, oltre alla Tessera Elettorale, è necessaria l’esibizione di documento di riconoscimento.

Allegati

Link